campanellino

giovedì 2 giugno 2016

le feste civili... j'adore

 2 

Quando ci sono le feste civili, soffia il vento della libertà.
Nelle feste civili si può fare quel che si vuole
non c'è alcun tipo di obbligo.
Non bisogna andare in comune, o in prefettura, o in qualche altro luogo deputato.

Nelle feste civili, se voglio mangiare pasta e patate, o salsicce arrostite, nessuno mi può criticare
(provate a proporlo a Natale)

Nelle feste civili non devo addobbare la casa come un bastimento pavesato di rosso e oro
(per poi togliere nei tempi stabiliti tutti i maledetti addobbi e ben conservarli per l'anno successivo)

Nelle feste civili nulla minaccia il mio peso corporeo: nessun dolce, nessuna frittura, nessuna pietanza lungamente e faticosamente preparata con costosissimi ingredienti)

Nelle feste civili posso vestirmi come mi garba, nessuno osserverà se ho il solito cappotto, o il jeans dell'anno scorso.

Nelle feste civili, se mi gira, dopo pranzo vado a camminare un po'
(provate a farlo a Natale)

Adoro le feste civili
   


3 commenti:

  1. Non é necessario farsi condizionare dalle tradizioni. Se veramente si é liberi si é liberi anche a Natale!

    RispondiElimina
  2. Quando si é veramente liberi non é importante che le feste siano civili o religiose, anche a Natale ciascuno può fare quello che più gli aggrada se é capace di non farsi condizionare dalle scelte altrui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto grazie: per aver letto, per esserti soffermato, per aver pensato e quindi scritto.
      Vedi, io lo so che è un problema mio.
      Non mi sento libera, a Natale. Perchè c'è una gioia imposta.
      Questo è il motivo per cui, secondo me, tanta gente infelice e sola prende decisioni sbagliate a Natale.
      Perchè non si sente in linea con la felicità (falsa) di tutti gli altri.
      Quyindi io DEVO dirlo: io non amo il Natale, o meglio, l'uso che se ne fa.
      Questo circo rutilante che serve solo a farci spendere.
      Non c'è gioia, è solo un teatro squallido messo su dal gioco sporco delle vendite.
      Non si adora Gesù Bambino, così, ma il vitello d'oro.
      Magari qualcuno che medita autolesionismo, mi legge e cambia idea: perchè non si sente più tanto solo.
      Ciao :-)

      Elimina