campanellino

domenica 29 marzo 2015

La trappola

Facciamo conto che tu sappia che ti aspetta una trappola.
Sai il chi, il dove, approssimativamente il quando.
Ti manca solo il come.
Hai l'ansia.
Quasi ti compiaci di questa novità.
Ma sei consapevole che può farti male: e tanto.
Passi i minuti a baloccarti con questa cosa, che è lì, collocata in un punto del tuo futuro.
In cima a uno degli apparentemente innocui numeretti del calendario, c'è una sciabola sospesa, pronta: per te.
Qualcuno (per divertimento? per noia? per ottusaggine?) Ci ha lavorato un bel po' e adesso è tesa, pronta a scattare.
Tu, apparentemente incauto e inconsapevole, poni i piedi l'uno davanti all'altro e il bracconiere ti guarda da dietro al fogliame, certo che ci cascherai in pieno.
Tu sai, e però sai di non poter evitare il sentiero.
Osservi ogni sassetto, ogni steccolino.
Presto, presto davanti alle tue scarpe ci sarà il tranello: FUGGI; SCAPPA CON L'ANGOLO DELLA LEPRE
(Ce la farai? o cadrai lì, nella trappola?)

Nessun commento:

Posta un commento