campanellino

venerdì 20 dicembre 2013

mi manca

Mi manca una cosa: ne sono consapevole.
Per qualcuno, tale mancanza è sintomo di anaffettività, di poca emotività,  poca partecipazione personale, poco coinvolgimento.
 Posso garantire che non è così: mi emoziono anche troppo, ma le mie tempeste emotive sono tutte private, personali, intime.
Nessuno ne sa quasi nulla: come di quei cavalloni che hanno poca poca schiumetta in cima. Ma nella curva tesa dell'acqua, c'è una forza tutta racchiusa, inesplosa.
Fuori, taccio, sorrido, più o meno brevemente, parlo cortesemente.
Tale è il prodotto dell'educazione da me ricevuta.

Mi stupisco molto delle esplosioni plateali di emotività: me ne vergogno io, per chi le compie, per chi rappresenta tali scene da cortile.

Infine, dopo essermi amareggiata per le incomprensioni, agitata intimamente, rammaricata per l'incomunicabilità, mi manca ancora una cosa.

Non posseggo il rancore.
Me ne sono dispiaciuta per molto tempo, mi sono sentita in colpa per non riuscire a conservare memoria dei torti. O meglio, li ricordo storicamente, mi dispiace di averli dovuti subire...
ma non posseggo gli strumenti della rabbia conservata, gonfia di livore, bavosa di vendetta.

Non ho tempo per il rancore.
Non voglio assaporare il veleno dell'odio.
Preferisco l'oblio, e il librarsi serenamente al di sopra delle miserie della vita.
C'è tanto cielo, da contemplare.

6 commenti:

  1. ti capisco molto bene; io passo per essere una persona fredda perchè, come te, non esterno le mie tempeste, nè nel bene nè nel male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esattamente: si soffre già abbastanza dentro, non è il caso di esibire i propri dispiaceri. Che bello trovare condivisione: ho avuto rimbrotti duri per questa cosa. E che fatica spiegare: "Io sono fatta in un altro modo, io la vivo così."

      Elimina
  2. Non possiedi il rancore? Direi che è un pregio. Il rancore è come un cancro che ti rode dentro e non ti fa vivere bene. Non è necessario perdonare, basta dimenticare o semplicemente accantonare i torti ricevuti e si vive meglio :-))).
    Buona domenica :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Belf °_° sai, adesso la penso come te. Da giovane, invece, mi sentivo inadeguata [forse qualcuno me lo faceva pesare....] come se non fossi leale, come se non fossi coerente con le mie idee. Che bello che ci sono le vacanze *_* anche se il Natale non mi va tanto a genio [chiedo scusa a tutti i natalofili, ma io sono natalofoba] Buona domenica anche a te! Is

      Elimina
  3. Il tuo post in evidenza è una perfetta sintesi del tuo profilo: l'incapacità di manifestarsi fuori, di rendere partecipi gli altri della tua emotività personalmente nonla ritengo una fortuna. E' un modo di essere personale, limita e scoraggia, bisognerebbe evitare di farla diventare corazza impenetrabile però se ne scrivi in qualche modo compensi. E non è cosa da poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse per questo mi è così indispensabile scrivere

      Elimina