campanellino

domenica 16 giugno 2013

walking in the morning

Complice il buon tempo [ed era ora] sto andando a camminare tutti i giorni. 
Ed è una meraviglia: superato l'impatto del sonno perso, dei sogni che ancora frullano nell'angolo degli occhi, c'è un cielo aperto e terso, come un lenzuolo fresco di bucato, e gli uccelli cinguettano ognuno a modo suo, e molti anzi si stanno svegliando proprio allora e scompigliano  i cespugli dove si erano nascosti. L'aria è profumata e balsamica addirittura: si sente il gelsomino, la robinia, il tiglio, la rosa canina, il sambuco, e l'essenza della mentuccia, la resina delle conifere, il primo sospiro delle rose, appena deste. Ecco qualche immagine scattata velocemente, foto prese col cell. niente di impegnativo: l'ippocastano gigantesco, l'ombroso  sottobosco dei noccioli, e poi sotto le foglie del salice, e i cespugli intrecciati del corbezzolo e  della rosa, un pioppo orientale, una parete odorosa di gelsomini.
Davvero dovrei andare in vacanza? e dove, più bello di così?







4 commenti:

  1. Una passeggiata così rinfranca anche del sonno perduto :-). Ciao! :-)

    RispondiElimina
  2. Beh, sì! mi piace molto. Naturalmente posso farlo solo quando il tempo è buono... ma va bene così ^_^ ciao, Belf!

    RispondiElimina
  3. che fortuna quando uno ha tanta bellezza a portata di mano!

    RispondiElimina
  4. Non cambierei questo posto per niente al mondo... E non capisco quando mi chiedono perchè non vado invacanza. Quando non lavoro, qui è già una vacanza °_° ciao, Guchi! ^_^

    RispondiElimina