campanellino

domenica 16 giugno 2013

walking in the morning

Complice il buon tempo [ed era ora] sto andando a camminare tutti i giorni. 
Ed è una meraviglia: superato l'impatto del sonno perso, dei sogni che ancora frullano nell'angolo degli occhi, c'è un cielo aperto e terso, come un lenzuolo fresco di bucato, e gli uccelli cinguettano ognuno a modo suo, e molti anzi si stanno svegliando proprio allora e scompigliano  i cespugli dove si erano nascosti. L'aria è profumata e balsamica addirittura: si sente il gelsomino, la robinia, il tiglio, la rosa canina, il sambuco, e l'essenza della mentuccia, la resina delle conifere, il primo sospiro delle rose, appena deste. Ecco qualche immagine scattata velocemente, foto prese col cell. niente di impegnativo: l'ippocastano gigantesco, l'ombroso  sottobosco dei noccioli, e poi sotto le foglie del salice, e i cespugli intrecciati del corbezzolo e  della rosa, un pioppo orientale, una parete odorosa di gelsomini.
Davvero dovrei andare in vacanza? e dove, più bello di così?







sabato 8 giugno 2013

vi racconto una storia

C'era una volta una ragazza, che non aveva molti fiori sul balcone. Anzi, ne aveva pochini, più che altro regalati, rametti, talee trapiantate e tirate su con fatica. Una volta, andando a casa dal suocero, vide un geranio rosso. Niente di particolare, un semplice geranio come ce ne sono tanti. Chiese una talea, la ebbe, e tornò a casa felice. Con grande attenzione si occupò della piantina, finchè divenne un bel geranio, grande e rigoglioso. Ma non era ancora soddisfatta. Decise di provare ad incrociare i fiori tra di loro, per ottenere le linee pure di partenza. Fu molto attenta e alla fine dell'estate ebbe il suo premio: due fantastiche varietà, a cui diede un nome: corallo, la più chiara, a petalo più grande, e colore del corallo; flamenco l'altra, col petalo un po' più piccolo e turgido, di colore rosso fiamma. Per accertarsi che fossero linee pure provò ad effettuare altri incroci: ma fu ben presto evidente che la sua ipotesi era corretta. Eccole qui in due foto ciascuna, le due varietà di geranio: corallo e flamenco, che ho isolato molti anni fa.


sabato 1 giugno 2013

scene di primavera

rossoil bombofiori e colori 


Queste foto le ho prese in quei pochi giorni che non ha piovuto.
Ma al Sud non eravamo a rischio desertificazione?
Non ci stavamo strappando i pochi capelli superstiti, per l'angoscia della siccità imminente?
le piante sul balcone mi hanno chiesto il salvagente... stanno annegando