campanellino

domenica 21 aprile 2013

cambio di stagione

Bisogna essere una donna, per capire appieno il senso di questa locuzione
C-A-M-B-I-O-D-I-S-T-A-G-I-O-N-E
non appena si sentono i primi cinguettii, non appena si intravedono le gemme legnose del glicine, qualche cimetta verde chiaro fa capolino sui rami rinsecchiti dell'ortensia...
...una donna sa che la COSA si avvicina
Naturalmente codesta celebrazione richiede parecchi giorni: durante i quali tutti i componenti della famiglia si alterneranno nel replicare all'infinito la frase:"Scusa, [mamma, oppur il nome proprio] dov'è il pullover celeste?[oppure: i calzini grigi di cotone, oppure la polo con la scritta XXX]"
Pertanto tutte le energie psicofisiche si concentreranno nella acuta e attenta ricerca di quel capo, indispensabile alla sopravvivenza
In alcuni casi, ESSO esce.
In altri, riemerge dopo anni.







4 commenti:

  1. cambio di stagione: un incubo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaargh, non dirmelo. Mi sento un ibrido tra la talpa e il verme del legno... sto tutti i momenti liberi a scavare negli armadi °_°

      Elimina
  2. Ti manifesto ma mia affranta solidarietà per questo triste momento :-))))))).
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, Belf °_° scrivo in una pausa della ricerca-busta calzini grigi :'( dispero di trovarla, per quest'anno...

      Elimina