campanellino

domenica 21 aprile 2013

cambio di stagione

Bisogna essere una donna, per capire appieno il senso di questa locuzione
C-A-M-B-I-O-D-I-S-T-A-G-I-O-N-E
non appena si sentono i primi cinguettii, non appena si intravedono le gemme legnose del glicine, qualche cimetta verde chiaro fa capolino sui rami rinsecchiti dell'ortensia...
...una donna sa che la COSA si avvicina
Naturalmente codesta celebrazione richiede parecchi giorni: durante i quali tutti i componenti della famiglia si alterneranno nel replicare all'infinito la frase:"Scusa, [mamma, oppur il nome proprio] dov'è il pullover celeste?[oppure: i calzini grigi di cotone, oppure la polo con la scritta XXX]"
Pertanto tutte le energie psicofisiche si concentreranno nella acuta e attenta ricerca di quel capo, indispensabile alla sopravvivenza
In alcuni casi, ESSO esce.
In altri, riemerge dopo anni.







sabato 6 aprile 2013

Reading Concetto Marchesi

"Una donna non più giovane, con la faccia convenientemente agitata, ci venne incontro sulla soglia, gridando parole lamentose:_ Ohimè, povero fratello mio, che non me lo sono goduto neppur un giorno da quando è partito!_ Il parroco taceva, tetro e duro, con gli occhi fissi sul cadavere. Parlai io.
_Non vi disperate: vostro fratello tornerà presto, e avrete tutto il modo di godervelo, a lungo. I giurati, la legge, gli avvocati ve lo rimanderanno più bello e più grasso di prima. Egli non sarà punito per assassinio: egli non è un assassino. L'assassino di fronte ai giudici non è l'uomo, è l'arma: l'arma omicida. [...]  Il piede non è arma omicida: e se produce la morte, ciò avviene oltre le intenzioni dell'imputato. Vostro fratello può tutt'al più essere accusato di omicidio preterintenzionale. E c'è concausa: perchè i periti e gli avvocati dimostreranno che se la donna è morta, è morta non per colpa dei calci ricevuti, ma per colpa del recente puerperio che non le ha permesso di sopportare quei calci. Vostro fratello tornerà a casa in trionfo. Egli non è l'uccisore, è la vittima della donna che amava..._
La sorella annuiva tutta consolata e quasi orgogliosa alle mie parole. Continuai: _Che amava. Appunto. Chi vuole uccidere impunemente una creatura umana deve almeno confessar di amarla."
                                        
                                                                                              Concetto Marchesi _Il Libro di Tersite

Amedeo Modigliani - Jeanne Hebuterne

lunedì 1 aprile 2013

e anche questa...

è fatta; e queste sono solo una parte... si stavano ancora cuocendo le famose pastiere!
Certo è una gran fatica: ma di più mi stanca l'incombenza delle visite e degli auguri, e la facile permalosità delle persone.
Infatti io faccio, di questo settore, un po' meno dello stretto necessario... giusto un accenno. Che se lo facciano bastare.
Un po' mi dimentico, e un po' mi stufo, ecco.