campanellino

venerdì 29 marzo 2013

capita

un racconto marinaresco (dalle memorie sbiadite del nonno, liberamente adattate)

Capita.
capita che un posto ti piaccia, ti sembri simpatico... almeno un pochino.
Capita che tu abbia voglia di feedback positivi.
Può capitare, no? E' abbastanza normale.
E se il luogo a un certo punto si chiudesse a riccio?
Magari non subito, ecco. Magari non tutto [nessun gruppo è coeso, questo lo si sa, c'è sempre il battitore libero che va avanti per fatti suoi e se ne fa un vanto, una bandiera, un sistema di vita].
C A P I T A.
Ma chi ha, ormai, esperienza di ambienti, di gruppi, di ricci, e di battitori liberi
C A P I T A 
l'antifona, scrolla le spalle e pensa ...
così, si forma una bella cortina fumogena di pensieri, una cortina fitta e densa biancolatte
in cui le spine dei ricci si avviluppano di bambagia e non riescono a  pungere proprio nessuno



Nessun commento:

Posta un commento