campanellino

lunedì 14 gennaio 2013

il ritorno

Oggi è stata una giornata bestiale [veramente, le bestie sono più gentili, forse avrei reso maggiormente l'idea utilizzando l'aggettivo umana] . E' iniziata con una corsa per arrivare al lavoro sul filo di lana, per continuare con una serie di noiose pratiche burocratiche che mi hanno portato via venti minuti, e telefonate urgenti, e poi un piccolo problema sanitario di una persona che si è fatta male, e via di questo passo con intoppi, intralci, ritardi a ruota libera. Insomma, mi sono alzata alle 5 e 45, e sono tornata a casa alle 18 circa [di più e non di meno].
Entro e... di corsa dal corridoio, arriva Maya: ma no, arriva un lampo nero, che salta, si contorce, scodinzola ... inutile dirle "Brava, sì sono qui, anche io sono contenta!"... tutto ciò è durato quasi dieci minuti *_*



6 commenti:

  1. Sono stati i dieci minuti più belli della giornata, no? :-)))))
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, sì...menomale che ho avuto quelli: l'unico brillantino di una giornata tetra. Ciao Belf!

      Elimina
  2. ahahahah, mi hai fatto ridere con la prima frase! effettivamente se guardo alla vita che fa la mia gatta non mi resta che concludere che lei ha capito tutto e noi esseri umani no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, prima ho scritto "bestiale" e poi ci ho riflettuto su ^_^
      E oggi ne ho avuto ancora la conferma. Infatti, la riconoscenza è una cosa che gli umani non conoscono, non provano, non esercitano. Vabbè è_é che farci? l'unica è aspettare che passi, come un monaco zen °_° ciao Guchi, grazie :-*


      Elimina
  3. Non c'è niente di più bello, di più sincero, del peloso di casa che ti accoglie saltellando e dimostrandoti quanto sia contento di vederti :)
    Le persone non sanno essere così trasparenti, a volte non vogliono nemmeno dimostrarti che magari fa loro piacere vederti. Negli animali è tutto più naturale, più semplice, insomma fantastico! ::

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, Myriam! spesso le persone [ne conosco così... ]si barricano dietro un'ostentata indifferenza, un'aria di degnazione. Per poi dirti: "Ma sì, che lo sai che mi fa piacere" . Che stupidaggine! i sentimenti vanno palesati, le parole buone vanno dette, i sorrisi, gli abbracci, vanno elargiti, non dati col contagocce. W i cagnolini, w i pelosi ^_^

      Elimina