campanellino

lunedì 31 dicembre 2012

L'araba fenice






La cosa incredibile è questa: ed è molto meglio, molto di più dello sbriciolarsi degli auguri, parole infiocchettate, dorate, impacchettate, un po' sgualcite, un po' peste, un po' consunte, parole unte...
(e non parlatemi più del Natale, per carità...)
la cosa incredibile , dicevo, è che quando l'anno, il tempo, la vita, noi stessi, siamo diventati faraoni decrepiti, incartapecoriti, vere mummie, e a stento solleviamo i piedi da terra, tale è il vecchiume che ci attanaglia...
Ebbene, la notte del 31 dicembre ...snap! l'anno ridiventa giovane, il cielo fresco, il calendario pieno di fogli, i nostri occhi pieni di orizzonti e i cuori si aprono alla speranza *_*
Buon anno 2013 ai miei 3-4 lettori, e anche a quei tipi che, passando per caso, leggeranno queste poche righe.

domenica 30 dicembre 2012

L' 0D3 4LL4 SP3R4NZ4


Storia di un personaggio da fiaba, perseguitato senza un perchè

E così adesso non le resta che sperare...

sperare che queste cosiddette feste abbiano una fine, che si estinguano nel loro brodo attossicato, che la quotidianità faccia rientrare nei cunicoli le pantegane che ferocemente se ne erano affacciate, che il tran tran di tutti i giorni con il suo opaco martellare copra le strida e le velenose parole, intrise di rabbia

Ode: ode l'odio dissotterrato che scuote le sue ossa e si avvia deciso al bersaglio.

Aspetta: immobile, come sempre, aspetta che passi.


mercoledì 26 dicembre 2012

Anatomia del natale

Adesso che è trascorso da poche ore, e ancora le carte oro e rosso, le coccarde, i fili arricciolati in lunghe volute si vedono spuntare qua e là, da buste e sacchetti dei rifiuti, adesso vorrei dire quel che penso del natale.
Lascio da parte la festa religiosa: chi ci crede va a messa, chi no no.

Parliamo invece del    gran caravanserraglio


  • a natale bisogna stare tutti insieme: 
  • a natale bisogna mangiare determinati cibi per forza
  • a natale chi non sta con i parenti è un egoista, è TROPPO EGOISTA!




io penso che natale sia un giorno come un altro rosso sul calendario; penso che fare una cosa per forza non dia alcun merito; e valutando il mio operato penso proprio  che sia molto più egoista chi pretende la mia compagnia obbligatoriamente.


io penso che questa faccenda del natale sia una gran truffa: tanto tutto resta sempre uguale.
E non mi si venga a dire dei suicidi di chi sta solo: la gente che vuol farlo lo fa in qualsiasi giorno dell'anno: anzi, se vogliamo dirla tutta, se non facessero tutto questo gran teatro per televisione sulle finte famiglie tutte insieme appassionatamente, chi è solo non penserebbe di perdersi chissà cosa. 
A parte che:
 se non hai famiglia, e stai con qualcuno solo per far vedere che non mangi solo, non è molto più squallido?
Visto come sono cinica ed egoista? Ed è esattamente quel che penso. Spero di avere il diritto di dirlo esattamente come la tv ha il diritto di trasmettere tutte quelle scemenze sul natale. 


venerdì 21 dicembre 2012

anatomia della vecchiaia

pretenziosità orgoglio rabbia arroganza incomprensioni ostinazione insensibilità crudeltà invidia durezza sarcasmo incomprensioni sragionare sbarellare chiudersiariccio pretendere imporre ingiuriare colpire offendere fardelmale tacere almanaccare insinuare immaginarsi pensarmale invidiare rabbia crudeltà pazzia ippocampo insensibilità follia crisidinervi invidia rabbia supposizioni crisidipianto attacchiisterici 


Non ci si chieda il perchè di questo post. E' più che evidente: non sempre la vecchiaia, ahimè, porta saggezza.
Molte volte invece conduce ad una ottusa prepotenza, insensibilità totale, autentica prevaricazione, accompagnata dall'accusa di abbandono e di egoismo.
Che dire? che replicare? come difendere i pochi stracci di tempo, di vita rimasti?
...nulla.

sabato 15 dicembre 2012

Maya: la fine del mondo!

C'è bisogno di dire quanto è vivace? E qualcuno vuole forse sapere perchè questa new entry?
Ok, ecco nella foto Maya, cagnolina nuova nuova, sei settimane appena, un condensato di verve, di monelleria, appetito e sonno °_°
Simpatica, pasticciona, affettuosa ed emotiva, mi ha messo la casa sottosopra.
E' la quinta di una cucciolata partorita in un canile da una cagnetta che sembrava Biancaneve; il Principe Azzurro probabilmente era un affascinante tipo moro.
Era rimasta solo lei, non ancora adottata [per la monelleria? perchè femmina?]
Ma adesso sta qui da me, e la coccolano otto persone :-***


sabato 8 dicembre 2012

sauvage

ho sempre amato i cavalli. Fin da bambina: mi ci son fatta fotografare accanto, li ho disegnati, plasmati di argilla.
Un cavallo è vita e natura selvaggia, sensibilità e forza.
E' pensiero, volontà che trasmigra in forza, anche violenta, talvolta incontrollata.
Considerato che ero una bimba timida, poi una ragazzina impacciata, e infine una riservata signora, ho trovato proprio un riferimento agli antipodi; ma tant'è

questa foto è mia, e si trova qui:
http://www.flickr.com/photos/36364380@N07/8255218453/


sauvage

venerdì 7 dicembre 2012

winter sky




panache bleu

 la foto è mia e si trova al seguente link
http://www.flickr.com/photos/36364380@N07/8251802683/

l'ho chiamata Panache bleu perchè sembrava di avere sulla testa una volta ci cristallo con un pennacchio di piume blu: incroyable.

Sono giorni strani, questi. Sono felice, ed ho paura di esserlo. Ho paura che mi caschi qualche tegola, qualche trave sulla testa, mentre sorrido.
Così, sorrido pian pianino, di nascosto, quando son sola.

martedì 4 dicembre 2012

True, one yellow, one blue

True, one yellow, one blue
Non è magnifico? non è splendido questo gattone, morbido come un peluche, ma serio compunto, tutto consapevole di sè? E che dire di quei due occhi stregati/stregatti? 

la foto è mia e sta qui: http://www.flickr.com/photos/36364380@N07/8243929911/

venerdì 30 novembre 2012

u NA stra NA sera

Davvero è una strana sera. Già non sto bene, tosse e altre sciocchezzuole.
Intanto osservo la luna e mi chiedo quali effetti avrà sulle persone.
E questo sarebbe niente.
Questi giorni illeggibili, stravolti, giorni capovolti e rovesciati, dove le parole si leggevano al contrario e le frasi in trasparenza...
Non ne posso più.
Una tazza di camomilla? magari... o una valeriana
Perchè chi capisce deve far finta di non capire e chi non capisce niente ostenta sicumera?
E' una bella seccatura.
Metto qui una foto presa da me, ecco.

venerdì 23 novembre 2012

scarpette rosse

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
31 32 33 34 35 36 37 38 39 40
41 42 43 44 45 46 47 48 49 50
51 52 53 54 55 56 57 58 59 60
61 62 63 64 65 66 67 68 69 70
71 72 73 74 75 76 77 78 79 80
81 82 83 84 85 86 87 88 89 90
91 92 93 94 95 96 97 98 99 100



giovedì 22 novembre 2012

ciondolando

Non è mica un periodo semplice, questo. Mi sento come quel muratore a cui è stata commissionata la Muraglia Cinese... chissà cosa pensava. "Ce la farò? devo farcela! Adesso inizio..." E dopo una settimana era già distrutto: ma continuava a martellare e ad affannarsi, pur davanti ad una fatica immane.
Così io: una martellata qui, un'altra qua. E poi raccogliere, risistemare. Qui da rifare, non va bene. Tutto di continuo, giusto il tempo di riposarsi un po', in un sonno di piombo da somaro tartassato.
Vorrei tanto potermi cullare nel nulla, lasciando ondeggiare i pensieri, facendoli levitare leggermente nell'aria dorata dell'autunno. Vorrei dimenticarmi del tempo, anzi: annegarci dentro, neutralizzando ogni agenda, sveglia, orologio... ciondolando immemore, nella speranza che anche il sole dimentichi di tramontare.


sabato 17 novembre 2012

autumn

tutto è dorato sulla montagna, oppure rosso, cremisi, bronzo. La vegetazione celebra il proprio misterioso rituale, la propria sfarzosa festa



lunedì 12 novembre 2012

la don-na spezzata

Non è semplice; non lo è affatto.
Devi essere una brava ragazza, una brava figlia, una brava studentessa...
 e poi una brava fidanzata, una brava moglie, una brava nuora, una brava sorella, una brava madre...
 e poi una brava biologa, una brava professoressa, una brava collega, una brava dipendente,  una brava amica, una brava vicina...
 e poi una brava cuoca, una brava sarta, una brava massaia, una brava stiratrice...
e poi devi saper aggiustare uno strappo squarciato, curare una ferita squarciata, lenire un cuore squarciato; avere sangue freddo davanti a una frattura, raccontare fiabe (vecchie e nuove) mentre cambi le compresse fredde su una fronte febbricitante...
e poi devi saper ingoiare lacrime di amarezza di fronte a parole lanciate come dardi...
e poi devi saper perdere la pazienza e dire poche parole chiare...
e poi devi saper comprendere ciascuno, sapendo che nessuno ti saprà comprendere...


domenica 11 novembre 2012

Sentire risentimento

Non serve a nulla provare risentimento.
Anzi: fa male. Fa male a chi alleva questa cosa.
L'odio è  un animale ributtante che si alimenta di noi, della nostra sofferenza. 
Più glielo consentiamo, più ci divora. 
Spero che sia chiaro: l'odio danneggia chi lo prova e lo coltiva dentro di sè.
E' naturale provare risentimento verso chi ci fa del male.
Però bisogna cercare di respirare forte e  gettar tutto dietro le spalle, dimenticando...
l'oblio uccide l'odio, gli toglie ossigeno, lo fa estinguere.
Senza risentimento si vive lievemente, lietamente.
(cerco di ricordarlo anche a me stessa ...)



giovedì 8 novembre 2012

richtig, das weiß man nicht

richtig, das weiß man nicht. Sören Kierkegaard

e se esprimessi un concetto simile anche in greco? il concetto è universale






insomma, la prima citazione dice, pressappoco (è una citazione del diario di un seduttore)

Esatto, nessuno può dirlo


La seconda invece dice, sperando di aver riportato esattamente accenti e spiriti (è una citazione della Medea).

Nè, vedendo un uomo felice, per quanto tempo lo sarà.

==================
insomma è lecito chiedersi perchè scrivo questo. Semplice: perchè mi stanno capitando cose strane: 
cose che desideravo, si stanno realizzando.
cose che credevo impossibili, succedono.
cose che non osavo che sognare, eccole qui, a trotterellarmi intorno.
Mah!
aggiungerei alle citazioni precedenti:
nè, vedendo una persona angosciata, per quanto tempo lo sarà 
(spero che possa essere di conforto alle tante persone angosciate in questo triste periodo) 

 

venerdì 2 novembre 2012

Dessert = Dress E.T.

Che poi sarebbe l'anagramma, ma è andata esattamente così.
Mi spiego meglio: tutto è iniziato con una giornata faticosa.
A sera, pensi di abbellire il tutto (stanchezza, malinconia, uggia...) con un rimedio semplice, una torta.
Fai velocemente una cheesecake (benedette scatoline magiche con dentro tutto).
E' stata una miccia,un petardo: qualcuno ha detto di avere freddo.
Attivi il cronotermostato, e quello ti fa uno sberleffo.
Di qui, tutto il caos niente affatto calmo di oggi.
Per cui alla fine ti domandi: e che stiamo a pettinar le bambole? magari la bambola di E.T.?
Vabbè dress sarebbe più propriamente vestire, ma insomma...
Comunque, senza dare troppi dettagli, ritengo di dover essere contenta per la conclusione:
perchè mi sono liberata di una situazione-tenaglia che proprio non andava bene.




domenica 28 ottobre 2012

mi sembra un buon posto

Mi sembra un buon posto, qui: ordinato per benino, luminoso. Bene, è domenica sera ed ho un sacco di roba da fare... e invece sto qui a far saltellare le dita sulla tastiera.
Sarà che quando si avvicinano i giorni dei morti ho sempre un po' la testa tra le nuvole.
Qualche foto la vorrei mettere, comunque: qualche bella foto rossa e dorata della montagna.
Ma non ora.
Forse una persona oberata di lavoro non dovrebbe metter su un blog...

sabato 27 ottobre 2012

esordio sintetico

beh, ci pensavo da un bel po'.
Non sono neanche sicura che sia una scelta sensata... ma ormai ci sono.
Saluti, salamelecchi etc. salve a tutti.